Mentana. “Dei Tarli e delle Tarme”, mostra dei cimeli del Museo Garibaldino

Il MuGa Mentana torna ad esporre alcuni dei suoi più importanti cimeli nella mostra “Dei Tarli e delle Tarme”, evento straordinario curato dalla Cooperativa RicreAzione, il quale sarà visibile dal 25 aprile al 2 giugno 2019 presso l’Ala Multimediale del Museo Garibaldino, negli orari di apertura del Museo.

Tutto pronto per il 25 aprile prossimo, un evento importante e di prestigio al MuGa, Museo Garibaldino di Mentana, con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Mentana, nella persona dell’Assessore Barbara Bravi.

Il MuGa di Mentana esporrà alcuni dei suoi più importanti cimeli come una trentina circa di camicie rosse garibaldine con fasce di lauro perfettamente restaurate (le camicie rosse divennero tra i protagonisti della nascita del Regno d’Italia: diventate divise, iniziarono a simboleggiare il coraggio perché rendeva i garibaldini ben visibili al nemico) e un numero considerevole di armi poste in rastrelliere, conservate in maniera accurata, nell’ambito della mostra e visita guidata “Dei Tarli e delle Tarme“, evento prestigioso e straordinario curato dalla Cooperativa RicreAzione, fruibile e visibile ai ragazzi e ai cittadini dal 25 aprile al 2 giugno compreso, presso la Sala Multimediale del Museo Garibaldino.

Un progetto entusiasmante e ambizioso che punta a riprendere e divulgare la Storia del Risorgimento legato e magari collegato anche al Vittoriano di Roma in una visione più ampia di un periodo storico affascinante.

Lo ricordiamo soprattutto agli studenti, ai giovani: impossibile non conoscere Garibaldi, l’affascinante eroe dei due mondi, una delle figure di riferimento del Risorgimento italiano e uno dei personaggi storici più emotivamente famosi nel Mondo.

Abbiamo raggiunto l’Assessore alla Cultura del Comune di Mentana, Barbara Bravi, che si dichiara molto soddisfatta del lavoro svolto e della presentazione che avverrà in una data simbolica quale il 25 aprile, e il Direttore Manuel Balducci, che ha intrapreso da un paio di anni circa un percorso di cura, restauro e rinnovamento di tutto il materiale posseduto dal Muga: un lavoro mai così meticoloso.

Dott. Balducci, quanto è importante far conoscere ai nostri ragazzi, agli studenti, il periodo del Risorgimento, in questo momento storico-politico che stiamo vivendo?

“E’ molto importante ricordare il Risorgimento e a mio avviso riceve ancora poca attenzione nel panorama scolastico”.

Un lungo processo che porta alla nascita dell’Italia come Stato unitario, “con nette definizioni politiche certamente, a differenza per esempio di quanto accade oggi”.

Come ci ha ricordato l’Assessore Bravi, “la mostra del 25 aprile nasce a seguito del lungo restauro che ha permesso di riportare al passato splendore alcuni dei reperti maggiormente compromessi, grazie in particolare al sostegno economico di importanti sponsor privati, del territorio”.

L’evento, con l’esposizione, ha l’obiettivo, come ci ha ricordato il Dott. Balducci “di mostrare ai visitatori la differenza per esempio tra una camicia rossa restaurata e una non, guidarli in un viaggio alla conoscenza degli interventi effettuati sui cimeli e sul lavoro minuzioso e particolareggiato, complesso, effettuato”.

La mostra è realizzata con la collaborazione del Comune di Mentana, nel segno di una rinascita e rinnovo del polo museale.

About the author

Alessandra Paparelli, speaker professionista a Radio Italia Anni 60 Roma, 100.5 FM e canale TV, speaker a Radio Kaos Italy, The web Station, Radio Città Aperta. Tanti anni in radio come redazione, ufficio stampa e marketing, Radio Spazio Aperto, Radio Rock e altre emittenti romane. Collaboro con SitoPreferito, collaborazioni con Roma Est Magazine, Extra Music Magazine, Blasting News e Telegiornaliste.com.

Related

JOIN THE DISCUSSION