Fonte Nuova. “Non Soul Blues” al Caffè Letterario. L’intervista

Un venerdì 8 marzo all’insegna dell’ottima musica a Fonte Nuova. La musica diventa un collante potente, un fluido in divenire: i Non Soul Blues, capeggiati dalla voce della vocalist Laura Troiani, suoneranno al Caffe’ Letterario – così è se vi pare – in Via Settembrini, 2, per ripercorrere insieme al pubblico la storia del rock e del blues dagli anni 30 fino al giorno d’oggi.

Magistralmente rivisitate e interpretate cover di artisti indimenticati e grandissimi quali B.B. King, Etta James, Marvin Gaye, Joe Cocker, Eva Cassidy, Tina Turner, senza dimenticare Eric Clapton, Beth Hart, Paul Carrack e Joss Stone.

Abbiamo incontrato Laura Troiani, vocalist del gruppo, voce potente e intensa.

Quando nascono i Non Soul Blues e come inizia il vostro percorso artistico?
“I Non Soul Blues nascono cinque anni fa, nel 2014, da una coppia di amici appassionati di Rhythm and Blues, con l’idea di creare una band eterogenea con il solo scopo ludico. Dopo alcuni cambi si è giunti finalmente alla formazione completa composta attualmente da Laura Troiani – vocalist, Alessio Fabiani – piano, Roberto Brunelli – batteria, Marco Toni – basso, Guido Campanella – chitarra”.

Qual è il vostro repertorio e a chi vi ispirate?
“Il nostro repertorio è composto dai maggiori successi Rhythm & Rock blues che vanno da Nina Simone, Etta James, Aretha Franklin, fino a Eric Clapton, Joe Cocker, Amy Winehouse, Beth Hart e molti altri artisti”.

Suonerete l’8 marzo, una ricorrenza speciale che ricorda le conquiste sociali e le lotte delle donne nel mondo.
L’8 marzo – Giornata Internazionale della Donna – suoneremo al nuovo Caffè Letterario di Fonte Nuova, in occasione della festa della donna. Non solo io, ma tutta la band è onorata di poter rendere omaggio alle donne di Fonte Nuova e a tutte quelle che parteciperanno: per dimostrarlo, la nostra band ha preparato una piccola ma significativa sorpresa, un omaggio il cui simbolo ricorda a tutti le qualità di ogni donna: la forza, il coraggio, i piedi ben piantati a terra, la testa fra le nuvole sempre pronta a sognare, ad immaginare, a volare alto. Questo siamo noi donne: forti, madri e lavoratrici, single e indipendenti, tutte pronte a dare amore sempre, a stupirsi e a stupire, a donare gentilezza. E concludo citando una frase della mia canzone preferita, un famoso brano degli Eurithmics “si dice sempre che dietro un grande uomo c’è una grande donna, ma ora le cose sono cambiate, non ti accorgi che la donna è ACCANTO a te?””.

Cosa significa per te fare musica e cosa rappresenta?
“Il “fare musica” per me è la cosa più bella del mondo. La musica crea legami, da sempre e tra le persone più disparate. Ho capito che posso avere un amico diverso da me da quando faccio musica, da quando la musica mi insegue ho capito che siamo davvero tutti uguali, proviamo tutti le stesse emozioni, siamo tutti legati”.

About the author

Alessandra Paparelli, speaker professionista a Radio Italia Anni 60 Roma, 100.5 FM e canale TV, speaker a Radio Kaos Italy, The web Station, Radio Città Aperta. Tanti anni in radio come redazione, ufficio stampa e marketing, Radio Spazio Aperto, Radio Rock e altre emittenti romane. Collaboro con SitoPreferito, collaborazioni con Roma Est Magazine, Extra Music Magazine, Blasting News e Telegiornaliste.com.

Related

JOIN THE DISCUSSION